fbpx
Coronavirus blues

Coronavirus Blues! 💉🎸

Cantiamo una canzone per scacciare la paura del virus!

Scuole chiuse? Niente paura! Cantiamo il Coronavirus blues e passa la malinconia!

In questa simpatica canzone parliamo del virus, e di quanto sia noioso stare a casa senza poter andare a scuola, dove speriamo di tornare presto!

L’ho scritta tanto tempo fa, per parlare della noia di stare a casa durante l’estate, senza la scuola, ma recentemente l’ho trasformata in Coronavirus Blues per poter raccontare degli eventi particolari di questi giorni, e della nostalgia della scuola, sia dei bambini che di noi insegnanti!

Ti metto il video qui sotto, se vuoi puoi scaricare gratis la base, il testo e il disegno, cliccando sul bottone in fondo all’articolo.

E’ gratis, ma se lo desideri puoi lasciare un’offerta libera


Ti è piaciuto questo articolo? Fammelo sapere nei commenti 👇

Ecco altre due pagine del mio sito che ti consiglio di visitare:

📚Materiali Didattici

Libri, attività, schede, progetti. C’è tutto quello che ti serve per fare musica a scuola!

🔴❌Suoni e Silenzi

Il solfeggio più facile del mondo! E’ il modo più facile per fare musica a scuola!

15 commenti su “Coronavirus Blues! 💉🎸

  1. Ciao Libero l’ho già scaricato lasciando libera offerta perdonami per la richiesta è possibile avere la base del brano senza il cantato? Perdonami tantissimo x il disturbo e x la richiesta ho trovato la tua canzone geniale e simpatica se puoi mi faresti una grandissima cortesia se potresti realizzare la mia richiesta un abbraccio grandissimo a presto e scusa il disturbo

  2. Il Maestro ne inventa una all’ora!!!!! Simpaticissimo questo CoronaVirusBlues….
    Grazie per le tue idee sempre positive.
    Buona musica!!!

  3. Grazie Libero i tuoi lavori sono già super e in questo periodo ci aiutano a far compagnia ai nostri bambini! Grazie Monica infanzia Aquilone Bergamo

  4. Grazie maestro libero. La tua creatività è infinita. Sei una Fabbrica d’idee. Complimenti e grazie per metterci a disposizione tutto ciò che produci, soprattutto in questo difficile momento storico.
    Lina da Cantù, insegnante della Primaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *